Home In Evidenza ‘Arte por la Convivencia’: Mus-e Torino e il progetto Erasmus+

‘Arte por la Convivencia’: Mus-e Torino e il progetto Erasmus+

4 minuti di lettura
0

Nella sua storia, Mus-e Torino ha partecipato a diversi progetti Erasmus+, collaborando con organizzazioni in diverse città Europee. Abbiamo chiesto a Claudia Serra, coordinatrice artistica di Mus-e Torino, di raccontarci un po’sulle attività sviluppate quest’anno nell’ambito del progetto Erasmus + chiamato ‘Arte por la Convivencia’.

Ci potresti raccontare un po’ sul progetto ‘Arte por la Convivencia’?

‘Arte per la Convivencia è un progetto Erasmus nel quale lavoriamo con diverse città Europee. Il progetto ha come missione fondamentale il recupero dell’abbandono scolastico, sempre attraverso i laboratori Mus-e, quindi è triennale e si basa sullo svolgimento di laboratori d’arte. Qui a Torino si sono scelte due scuole per partecipare a questo progetto, la Scuola Anna Frank e la Scuola De Amicis, della quale io sono coordinatrice, pur non portando il laboratorio in questo caso. Il progetto Arte per la Convivencia si sviluppa sul triennio e ad oggi abbiamo chiuso il secondo anno. Una delle attività fatte quest’anno è stata la Festa degli Aquiloni. L’idea è nata da una maestra che si chiama Emanuela Di Dio che ha un marito di etnia hazara, comunità che ha una grandissima tradizione di costruzione e gioco con gli aquiloni. Allora abbiamo pensato che questo poteva essere riproposto nel progetto Arte por a Convivencia con l’intento di promuovere uno spazio per favorire e incoraggiare la partecipazione delle famiglie alla vita scolastica dei loro figli e per creare nello spazio della scuola momenti ludici con altre famiglie del territorio. Abbiamo quindi passato un pomeriggio in scuola a fare gli aquiloni guidati da un gruppo di giovani volontari della comunità hazara presente a Torino. Loro ci hanno insegnato a fare gli aquiloni e poi siamo andati a farli volare nel parco dei giardini reali.’

Qual’è stato l’aspetto più interessante di questa esperienza?

‘In quest’occasione la cosa più rilevante secondo me, è stata proprio la condivisione tra bambini e genitori, e soprattutto tra persone che mai si erano parlate o mai si erano viste in una condizione ludica di grande leggerezza, la  giornata degli aquiloni.’

Che altri progetti si sono sviluppati quest’anno dentro del progetto ‘Arte por la Convivencia’?

‘Tra gli eventi del progetto Erasmus+  focalizzati su porta palazzo, grande mercato multietnico nel centro storico di Torino, quest’anno si è sviluppato il progetto ‘Siamo Tutti Parenti’.  Partendo dagli spunti sensoriali ed esperienziali offerti dal mercato, gli artisti Angelo Di Vito,  Roberta Billiè e Sonia Lombart,  hanno scritto ed elaborato lo spettacolo finale con le classi. Di questa esperienza è stato montato un filmato fatto di una intervista iniziale, con le motivazioni del progetto, e immagini e riprese dello spettacolo realizzato.’

 

Print Friendly, PDF & Email
Comments are closed.

Guarda anche

Claudia Serra e la danza nel progetto Mus-e Torino

Siamo andati a trovare Claudia Serra, coordinatrice artistica e artista di Mus-e Torino. L…